Lunedì sera le principali coin sul mercato sono crollate in territorio negativo, con la capitalizzazione di mercato globale delle criptovalute che ha perso il 7,83% a 2.120 miliardi di dollari

 

La principale criptovaluta al mondo, Bitcoin (CRYPTO:BTC), ha ceduto il 5,41% a 47.206,52 dollari; negli ultimi sette giorni BTC ha avuto un ribasso del 6,88%.

Nelle ultime 24 ore Ethereum (CRYPTO:BTC) ha perso il 6,75% a 3.830,54 dollari; negli ultimi sette giorni, la seconda maggior moneta al mondo per capitalizzazione di mercato ha fatto segnare -11,95%.

La criptovaluta meme Dogecoin (CRYPTO:DOGE) ha ceduto il 6,11% a 0,16 dollari; negli ultimi sette giorni DOGE ha lasciato sul terreno l’11,39%.

Al momento della pubblicazione, Shiba Inu era in calo giornaliero dell’8,75% a 0,00003323 dollari; negli ultimi sette giorni Shiba Inu ha perso il 10,84%.

Al momento della pubblicazione, le stablecoin osservavano un significativo apprezzamento; secondo i dati di CoinMarketCap, nelle ultime 24 ore Revain e OKB sono stati i due token che hanno registrato i migliori guadagni.

Revain è balzato del 22,68% a 0,01144 dollari e OKB ha guadagnato l’1,25% a 27,34 dollari.

Perché è importante

I dati pubblicati la scorsa settimana hanno indicato che a novembre l’inflazione USA è cresciuta di uno scioccante 6,8%: si tratta dell’aumento più rapido dal 1982. Il dato è risultato superiore alla stima del 6,7% fatta degli economisti.

Questa settimana, la decisione sui tassi di interesse negli Stati Uniti e le proiezioni del Federal Open Market Committee saranno seguite da vicino dal mercato; gli investitori cercheranno di capire quale sarà il ritmo del tapering e se di conseguenza il dollaro potrà guadagnare un po’ di forza.

 

 

Fonte:www.benzinga.com