Il bilancio dell’anno resta tuttavia positivo, con un aumento del 2,7% nei primi dieci mesi 2021

 

Le immatricolazioni di automobili in Europa a ottobre hanno mostrato un’ulteriore contrazione, segnando il quarto mese consecutivo di cali a causa dell’impatto perdurante della crisi dei semiconduttori.

Secondo i dati diffusi da Acea (MI:ACE), nell’Unione europea, nei Paesi Efta e in Gran Bretagna sono state immatricolate il mese scorso 798.693 auto, in calo del 29,3% rispetto a 1.129.211 di ottobre 2020.

Il bilancio dell’anno resta tuttavia positivo, con un aumento del 2,7% nei primi dieci mesi 2021.

Nella sola Unione europea la flessione del mese scorso è pari al 30,3% a 665.001 unità, il risultato più debole in termini di volumi per il mese di ottobre dall’inizio della serie storica, sottolinea Acea. La maggior parte dei paesi europei ha registrato ribassi a doppia cifra, compresi i quattro mercati principali: Italia (-35,7%), Germania (-34,9%), Francia (-30,7%) e Spagna (-20,5%).

Il gruppo Stellantis (MI:STLA), che comprende tra gli altri i marchi Fiat , Jeep, Lancia/Chrysler, Alfa Romeo, Peugeot, Opel/Vauxhall, Citroen e Ds, ha mostrato a ottobre nei mercati Ue, Efta e Gran Bretagna una flessione del 31,6%. Nei primi dieci mesi dell’anno le immatricolazioni sono comunque salite del 3,2%.

 

 

Fonte:www.reuters.com