Non è il momento di tornare ad investire massicciamente sulle asset class di rischio. I tassi reali restano in territorio negativo ma mercati emergenti e attivi cross-asset consentono di contrastare gli effetti inflattivi

 

La nuova versione del virus Covid-19, che preoccupa i mercati, non ha certo riportato indietro alla situazione drammatica di marzo del 2020, quando mercati e economie vennero investiti dall’emergenza pandemia, ma rappresenta comunque un’incertezza troppo grande per supportare l’opportunità di acquisti a prezzi convenienti, mentre la situazione suggerisce piuttosto di diversificare. Sono le indicazioni illustrate nell’articolo “Omicron incertezza troppo grande per offrire occasioni d’acquisto” dagli esperti di Schroders (LON:SDR), dedicato a tracciare le aspettative per il prossimo anno. Johanna Kyrklund, Group Chief Investment Officer and Global Head of Multi-Asset di Schroders, ha sottolineato che negli ultimi due anni si è imparato molto sul virus e il suo impatto e la copertura vaccinale sta andando avanti veloce, almeno nel mondo sviluppato. Da quando è scattata la ripartenza, i mercati si sono mossi al rialzo portando le valutazioni a livelli elevati. Ma con la nuova variante che pone rischi alla crescita non è il caso di tornare a investire massicciamente.

 

 

Fonte:www.reuters.com