La grande casa d’investimento rimane neutrale sulla azioni americane e anche nel reddito fisso. Oro e derivati valide opzioni per proteggere l’esposizione sulle azioni

 

 

La propensione al rischio è destinata a perdurare sull’attesa di un miglioramento ciclico dell’economia supportato da vaccini e stimoli. Ma gli investitori dovranno essere attivi e non perdere di vista il quadro d’insieme, soprattutto la curva dei rendimenti Usa, perché si potrebbe assistere a un sensibile inasprimento delle condizioni finanziarie. Non bisogna però neanche dimenticare il ruolo della Fed che potrebbe addirittura prendere il controllo della curva dei rendimenti.

STABILIZZARE I PORTAFOGLI

È la visione di Matteo Germano, Head of Multi Asset CIO Italy di Amundi in un commento dal titolo “Stabilizzare attentamente i portafogli con un’inclinazione al rischio” in cui afferma che le revisioni degli utili e i miglioramenti ciclici dell’economia globale supportano una visione complessivamente costruttiva sulle azioni. Amundi rimane neutrali sugli Stati Uniti, mentre ha rivisto al ribasso il giudizio su Europa e Regno Unito portandola a neutrale, sulla base di timori sulle valutazioni, dei recenti lockdown e del loro potenziale impatto sulla crescita economica britannica.

 

 

Fonte:www.investing,com