Anche se in parte scontata dai mercati, l’affermazione del presidente rimuove un rischio chiave, riduce l’incertezza politica e offre opzioni di investimento, soprattutto in tre settori: finanza, industria e infrastrutture

 

La vittoria di Emmanuel Macron contro la sfidante Marine Le Pen e la sua conferma per un secondo mandato alla presidenza della Francia era stata in qualche modo anticipata dai mercati, ma le implicazioni per gli investitori che guardano a Parigi sono sicuramente positive, sia per i titoli di Stato che per l’azionario. Questo perché, sottolinea Amundi in un commento dopo i risultati del secondo turno, il risultato delle elezioni ha rimosso un rischio chiave.

FATTO POSITIVO ANCHE PER L’EURO

Per il reddito fisso, il risultato elettorale ha ridotto l’incertezza politica e l’effetto potrebbe essere di ridurre i rendimenti dei titoli OAT di circa 10 punti base al Bund germanico. Ma la rielezione di Macron è positiva anche per il tasso di cambio euro/dollaro così come per le azioni francesi, che secondo Amundi offrono valutazioni interessanti in termini di prezzo.

 

 

Fonte:www.benzinga.com