Amplifon (MI:AMPF) ha stretto un accordo per rilevare Bay Audio in Australia per circa 340 milioni di euro (550 milioni di dollari australiani) su base cash e debt free

 

 

Il gruppo specializzato in servizi per l’udito sale in borsa di oltre il 2% a inizio seduta a fronte di un indice milanese poco mosso.

L’operazione, che si dovrebbe chiudere entro l’anno, rafforza ulteriormente la posizione del gruppo italiano in Australia, che Amplifon considera un mercato chiave, e dovrebbe generare circa 5 milioni di euro di sinergie annue a livello di Ebitda a partire dal 2023, dice una nota diffusa prima dell’apertura del mercato.

Bay Audio, che possiede oltre 100 negozi in centri commerciali situati sulla costa orientale del Paese, ha chiuso l’esercizio 2020/21 con ricavi per circa 63 milioni di euro e un Ebitda intorno ai 20 milioni dopo una crescita media annua del fatturato dal 2016 di oltre il 20%. Per l’esercizio in corso le vendite sono viste in crescita del 30% con un ulteriore miglioramento della redditività .

Amplifon finanzierà l’acquisizione con la cassa disponibile.

E’ stata assistita da Goldman Sachs (NYSE:GS) e E&Y Advisory, mentre Bay Audio da UBS, Watson Mangioni e Deloitte.

 

 

Fonte:www.reuters.com